IO-Link: Cos'è e quali sono i cinque principali vantaggi

27 febbraio 2017

IO-Link offre vantaggi a molti settori industriali tra cui quello automotive.
IO Link with Registered Trademark

Riepilogo: IO-Link è stato recentemente oggetto di molta attenzione, ma sussistono ancora molte incomprensioni su cosa sia e su quale possa essere il suo impatto sulle applicazioni industriali.Questo articolo chiarisce cos'è IO-Link e spiega quali sono i cinque principali vantaggi che offre a un'ampia gamma di applicazioni.  

Cos'è IO-Link?

IO-Link (IEC61131-9) è un protocollo di comunicazione seriale basato su standard aperti che consente lo scambio bidirezionale dei dati tra i sensori e i dispositivi che supportano IO-Link, collegati anche a un master.  Il master IO-Link trasmette i dati su reti, fieldbus o bus di backplane diversi, rendendoli accessibili per utilizzarli immediatamente oppure per eseguire analisi sul lungo termine, tramite un controller, ad esempio un PLC o un'interfaccia HMI.  Ogni sensore con IO-Link dispone di un file IODD (IO Device Description) che descrive il dispositivo e le relative funzioni IO-Link.

Occorre notare che IO-Link non è un altro fieldbus, ma piuttosto un protocollo di comunicazione punto-punto tra un sistema IO compatibile e un dispositivo sul campo.  Poiché IO-Link è uno standard aperto, i dispositivi possono essere integrati praticamente in qualsiasi fieldbus o sistema di automazione.  

Cinque vantaggi di IO-Link

L'impiego di un sistema IO-Link offre numerosi vantaggi, tra cui il cablaggio standardizzato con minore complessità di collegamento, la maggiore disponibilità dei dati, la configurazione e il monitoraggio remoti, la sostituzione semplice dei dispositivi e non ultimo, le funzionalità di diagnostica avanzate.

Assieme, queste caratteristiche consentono di:

  • Ridurre il costi complessivi
  • Aumentare l'efficienza dei processi
  • Migliorare la disponibilità delle macchine

I vantaggi del protocollo IO-Link sono particolarmente importanti in applicazioni che prevedono frequenti cambi di configurazione e che risentono particolarmente di fermi impianti prolungati e/o imprevisti.  

Continua a leggere per scoprire quali vantaggio IO-Link può apportare alla tua attività.

Per informazioni sui prodotti,  consulta l'elenco completo di prodotti Banner con IO-Link

Sistema IO-Link - Schema generale

1. Cablaggio standardizzato con minore complessità di collegamento

Un vantaggio critico apportato dal protocollo IO-Link per molti settori è costituito dal fatto che non richiede cavi speciali o collegamenti complessi. Al contrario, i dispositivi IO-Link possono essere collegati utilizzando gli stessi cavi economici standard non schermati a tre conduttori impiegati per i normali I/O digitali, fatto questo che ne semplifica il collegamento.  In più, IO-Link elimina la necessità di utilizzare dei sensori analogici e riduce la varietà di set cavi richiesti per i sensori, abbattendo così anche i costi delle scorte a magazzino.  IO-Link supporta inoltre configurazioni master-slave, con punti di connessione passivi, il che riduce ulteriormente le necessità di cablaggio. 

2. Maggiore disponibilità dei dati

IO-Link: Cos'è e quali sono i cinque principali vantaggi
IO-Link: Cos'è e quali sono i cinque principali vantaggi

Questo articolo chiarisce cos'è IO-Link e spiega quali sono i cinque principali vantaggi da questo offerti a un'ampia gamma di applicazioni.

Read More

La disponibilità dei dati rappresenta un importante vantaggio del protocollo IO-Link e presenta implicazioni di vasta portata.  L'accesso ai dati a livello di sensore contribuisce al perfetto funzionamento dei componenti del sistema, ottimizza la sostituzione dei dispositivi e i programmi di manutenzione delle macchine: tutte caratteristiche che permettono di ridurre i costi e i rischi di fermo impianto.

Sono tre i principali tipi di dati resi disponibili tramite IO-Link, suddivisi tra dati ciclici (dati automaticamente trasmessi su base regolare) o aciclici (dati trasmessi in base alle necessità o su richiesta).

  • Dati di processo: il termine si riferisce alle informazioni che il dispositivo legge e trasmette al master, ad esempio  letture della distanza di sensori laser di misura.  I dati di processo possono riferirsi anche a informazioni trasmesse al dispositivo dal master (ad esempio messaggi inviati a una torretta luminosa per indicare quali segmenti colorati accendere).  I dati di processo sono trasmessi ciclicamente in un frame dati definito.  Oltre a ciò, unitamente ai dati di processo, vengono trasmessi anche i dati sullo stato di valori (indicazioni sulla validità dei dati di processo stessi). 
  • Dati di servizio: chiamati anche Device Data, sono informazioni sul sensore stesso, quali i valori dei parametri, il modello, il numero di serie, la descrizione del dispositivo ecc.  I dati di servizio possono essere scritti sul dispositivo oppure letti dallo stesso aciclicamente.
  • Dati di eventi: si tratta di notifiche quali messaggi di errore o avvisi di manutenzione (es. surriscaldamento del dispositivo, ottica sporca) trasmessi aciclicamente dal dispositivo IO-Link al master quando si verifica un evento.

Tutta questa mole di preziosi dati resa disponibile tramite IO-Link viene integrata ad esempio in implementazioni IIoT (Industrial Internet of Things) e Industry 4.0.  

3. Configurazione e monitoraggio remoti

Con IO-Link, gli utenti possono leggere e modificare i parametri del dispositivo tramite il software del sistema di controllo, velocizzando la configurazione e la messa in funzione e quindi consentendo di risparmiare tempo e risorse.  Oltre a ciò, IO-Link permette agli operatori di modificare dinamicamente i parametri del sensore tramite il sistema di controllo quando necessario, ad esempio durante un cambio prodotto, riducendo i tempi di fermo e permettendo alle macchine di adattarsi a un maggiore numero di prodotti.  Ciò è particolarmente importante nel settore dell'imballaggio di prodotti consumer, in cui la richiesta di confezioni sempre diverse è in continuo aumento.   

Oltre a ciò, la possibilità di monitorare le uscite del sensore, ricevere avvisi sullo stato in tempo reale e modificare le impostazioni da praticamente qualsiasi luogo consente agli utenti di identificare e risolvere in modo tempestivo eventuali problemi che insorgono a livello di sensore.  Ciò significa inoltre che gli utenti possono prendere decisioni sulla base di dati in tempo reale ricevuti dagli stessi componenti della macchina, eliminando così costosi fermi impianto e migliorando l'efficienza complessiva.  

4. Facile sostituzione dei dispositivi

Oltre alla capacità di modificare le impostazioni del sensore a distanza, le funzionalità di memorizzazione dei dati di IO-Link consentono la riassegnazione automatizzata dei parametri in caso di sostituzione del dispositivo (questa funzione è nota come Auto-Device Replacement or ADR).  Gli utenti possono importare i valori esistenti dei parametri del sensore in un sensore di ricambio per assicurare continuità e rendere operativo il nuovo dispositivo il più presto possibile.    

5. Funzionalità di diagnostica avanzate

IO-Link offre agli utenti visibilità sugli errori e sullo stato di ciascun dispositivo. Ciò significa che gli utenti possono ora osservare non solo ciò che sta rilevando il sensore ma anche le prestazioni: informazioni preziose per l'efficienza della macchina.  Inoltre, le funzionalità di diagnostica avanzate permettono agli utenti di identificare un sensore malfunzionante e individuare il problema senza arrestare la linea o la macchina. 

La combinazione di dati in tempo reale e storici resa possibile da un sistema con IO-Link non solo riduce la complessità delle operazioni di diagnostica ma ottimizza anche il programma di manutenzione delle macchine, permettendo di risparmiare sui costi e di massimizzare l'efficienza sul lungo termine.    


Per maggiori informazioni

Per maggiori informazioni su IO-Link, contattare uno dei nostri esperti o registrarsi per ricevere futuri aggiornamenti.

Ricevi Banner Insider 1-2x al mese sottoscrivendo la newsletter

Hai trovato utile questo articolo?


Prodotti in primo piano

Robusto sensore fotoelettrico serie Q4X universale
Serie Q4X

Questo sensore fotoelettrico è l'ideale per svariate applicazioni complesse ed è racchiuso in una solida custodia IP69K in acciaio inossidabile, con approvazione FDA per usi alimentari.

Maggiori informazioni
Sensore di spostamento laser, portata 1 m, serie LE
Sensore di spostamento laser, portata 1 m, serie LE

La precisione delle misurazioni acquisite dal sensore LE, pronto per misurare distanze da 100 a 1000 mm, ne fa la soluzione perfetta per attività di controllo, smistamento e ispezione di quantità.

Maggiori informazioni
Torrette luminose da 50 mm: Serie TL50
Torrette luminose da 50 mm: Serie TL50

Le torrette luminose Banner TL50 sono progettate per assicurare un'indicazione eccezionalmente brillante visibile a lunga distanza e forniscono agli operatori e ai supervisori informazioni chiare sullo stato operativo. I modelli dotati di funzioni di comunicazione IO-Link sono facilmente integrabili nella maggior parte delle reti industriali e possono essere controllati e monitorati a distanza.

Maggiori informazioni

Articoli correlati

Rilevamento di tacche di registro: perché utilizzare i sensori di tacche colorate RGB
Rilevamento di tacche di registro: utilizzo di un sensore di tacche colorate con tecnologia RGB

12 Mag. 2017

Scopri come i sensori di tacche colorate con la tecnologia RGB rilevano le tacche di registro, quando utilizzare un sensore di tacche colorate invece di un sensore di colore e tanto altro ancora.

Infografica: 9 dispositivi comuni di sicurezza macchine
Infografica: 9 dispositivi comuni di sicurezza macchine

26 Apr. 2017

Dispositivi comuni di sicurezza macchine

Sensori di luminescenza: risposte alle domande frequenti
Sensori di luminescenza: risposte alle domande frequenti

10 Apr. 2017

I sensori di luminescenza utilizzano la luce UV, invisibile all'occhio umano, per fare risplendere il materiale bersaglio nello spettro visibile. Questo articolo fornisce risposte alle domande più comuni sui sensori di luminescenza.

Come utilizzare i sensori fotoelettrici per il conteggio di compresse
Come utilizzare i sensori fotoelettrici per il conteggio di compresse

27 Mar. 2017

I sensori fotoelettrici presentano molti importanti vantaggi in applicazioni di conteggio delle compresse, quali l'elevato grado di accuratezza i rapidi tempi di risposta e l'approccio "pulito", senza contatto.