Tutte le soluzioni robotizzate e di assemblaggio

  1. Illuminatori a LED per l'armadio di controllo [Testimonianza di successo]

    Un costruttore realizza macchine per prove e misurazioni per il settore dell'automazione. Gli operatori accedono ai sistemi della macchina tramite l'armadio di comando. Un'intensa illuminazione dell'armadio facilita le operazioni di manutenzione e gestione della macchina. Per questo compito venivano in precedenza utilizzati apparecchi fluorescenti alimentati in CA.

  2. Illuminazione ultra brillante e robusta per celle robotizzate

    La barra luminosa a LED Banner WLB32 per uso industriale è dotata di una robusta custodia metallica e di un copriluce infrangibile, che la rendono ideale per l'uso in celle robotizzate industriali. La barra WLB32 produce una luce ultra brillante e priva di riflessi. La barra luminosa a LED Banner offre risultati di illuminazione migliori in ambienti industriali rispetto alla tradizionale illuminazione a fluorescenza. La barra luminosa a LED offre un effetto di illuminazione direzionale, che crea un cono di 120°, mentre gli apparecchi fluorescenti diffondono la luce a 360⁰.

  3. Illuminazione a LED di alta qualità per l'illuminazione automatizzata

    La barra luminosa a LED industriale Banner WLB32 offre facili opzioni di montaggio, quali clip di fissaggio a scatto e una vasta scelta di staffe magnetiche o inclinate. Gli illuminatori a LED possono essere facilmente collegati in cascata per illuminare correttamente la linea di produzione. L'illuminazione a LED Banner è l'ideale per la sostituzione della tradizionale illuminazione a fluorescenza.

  4. LED per un'illuminazione omogenea di altissima qualità [Testimonianza di successo]

    Per illuminare aree di lavoro, piccoli ambienti e quadri elettrici, American Hoffmann Corporation ha scelto le barre luminose a LED WLB32 al posto delle lampade fluorescenti. La migliore distribuzione della luce offerta dalle barre luminose a LED WLB32 in aggiunta alla semplicità d'installazione sono stati i fattori determinanti per la scelta dell'azienda.

  5. Illuminazione di una cella robotizzata

    La WLB92 a basso consumo è facile da installare e, poiché è disponibile in molti modelli, risponde a una ricca varietà di esigenze applicative. Estremamente luminosa, la luce è in grado di illuminare efficacemente l'area di una cella robotizzata. I modelli con canalina CA sono facili da installare in tutta la cella. Il LED di alta qualità della WLB92 è stato progettato per avere un look esteticamente gradevole, ma è anche sufficientemente robusto da poter essere utilizzato in ambienti industriali.

  6. Soluzione wireless per la richiesta di parti

    Un sistema di torrette luminose TL70 e pulsanti ottici K50 di Banner offre una soluzione semplice ed efficace con cui un operatore alla guida di un carrello elevatore può trasmettere una richiesta di componenti. Quando in una postazione di lavoro i cartoni sono quasi esauriti, l'operatore tocca il pulsante ergonomico K50 che cambia lo stato della torretta luminosa wireless TL70 facendola passare sul rosso.

  7. Assemblaggio di kit con guanti

    L'indicatore a campo fisso Banner K50 rileva le mani protette da guanti ed è in grado di verificare quando gli operatori selezionano i pezzi corretti durante il processo di assemblaggio di kit. Le funzionalità logiche dell'indicatore K50 permettono di segnalare quando l'operatore ha prelevato il pezzo corretto, cambiando il colore da verde a giallo. Sono disponibili altri colori in base alle preferenze del produttore. La capacità di rilevare guanti neri dell'indicatore K50 è particolarmente importante nei processi di produzione "lean" in cui gli operatori indossano in genere guanti scuri.

  8. Richiesta di pezzi

    L'installazione di una segnalazione sopra i cestini dei pezzi da montare rappresenta una soluzione semplice per mantenere tali cestini sempre riforniti e la linea di assemblaggio operativa. Il segnalatore EZ-LIGHT K80 fornisce un segnale luminoso ben visibile che l'operatore può azionare prima che i pezzi si esauriscano. Il segnalatore K80 lampeggia con luce rossa per segnalare al personale incaricato di riempire il cestino. In ambienti di produzione flessibili, le stazioni con operatori e le celle di lavoro devono consentire cambi rapidi per adattarsi alle esigenze delle linee di assemblaggio e di produzione.

  9. Conteggio di pezzi in caduta libera con un sensore LX

    La barriera ottica Serie LX per il rilevamento di pezzi genera un pattern multiraggio a infrarossi in grado di rilevare qualsiasi oggetto che la attraversi, con una sensibilità eccezionale per i pezzi di piccole dimensioni. Man mano che i piccoli pezzi cadono dall'alimentatore nel sacchetto di plastica, il sensore LX li rileva e invia un segnale che determina l'avanzamento dei sacchetti quando questi contengono il numero specificato di pezzi.

  10. Applicazioni di montaggio con controllo degli errori

    I sensori Pick-to-Light Banner Serie K50 con modalità di rilevamento a una posizione rappresentano soluzioni di controllo degli errori semplici e facili da usare, ideali per applicazioni di assemblaggio. In questa applicazione, la luce di lavoro è verde mentre l'ingresso di lavoro è attivo, a indicare il cestino corretto per il prelievo del pezzo successivo. La presenza della mano dell'assemblatore invia un segnale che cambia lo stato dell'uscita, determinando l'accensione della luce di lavoro con il colore rosso. La luce di lavoro sopra il punto previsto per il prelievo successivo diventa verde.

  11. Segnale di prelievo non corretto

    Il sensore EZ-LIGHT K50 si accende sopra un contenitore a indicare all'assemblatore quale pezzo prelevare. Se l'assemblatore preleva un pezzo da un contenitore diverso, il sensore EZ-LIGHT K50 di quel contenitore si accende con il colore predefinito come segnale di avvertimento (in questo esempio il rosso) per segnalare l'errore.

  12. Verifica di prelevamento parti da un cestello di grandi dimensioni

    Il sensore EZ-LIGHT K50 in modalità a riflessione indica che il successivo componente nella sequenza di assemblaggio è il tettuccio parasole. Quando l'operatore seleziona il tettuccio nel suo cestello, il dispositivo K50 rileva il prelevamento.

  13. Verifica di prelevamento parti per evasione ordini

    In un'operazione di evasione ordini per un distributore di dolciumi, i cestelli sono provvisti di sensori EZ-LIGHT K50 connessi a un controller di processo programmato con l'ordine. In base all'ordine, il K50 s'illumina per mostrare quali sono gli articoli da prelevare. Quando l'operatore inserisce la mano nel cestello, l'indicatore ne rileva la presenza e il controller attiva il K50 sul cestello da cui prelevare l'articolo successivo.

  14. Verifica di prelevamento componenti per cestelli di grandi dimensioni

    Per ridurre il rischio di errori in un'operazione di assemblaggio, sulla fila superiore di uno scaffale è stato installato un sensore Pick-to-Light EZ-LIGHT PVD monoblocco, rivolto in basso, verso l'apertura dello scaffale. Il PVD è interfacciato con un controller di processo programmato per illuminare il PVD sul cestello da cui effettuare il prelevamento. Il PVD rileva che la mano dell'addetto che entra e poi esce dal cestello; a quel punto il controller invia un segnale al PVD per dirigerlo sul cestello successivo nella sequenza di prelevamento.

  15. Verifica di prelievo componenti per obiettivi di telecamere

    Ogni cestello è provvisto di un VTB (Verification Touch Button) EZ-LIGHT connesso a un controller di processo programmato con le liste di carico di ogni singolo ordine. La base LED del VTB s'illumina per indicare quel obiettivo occorre per evadere un ordine. Dopo avere selezionato l'obiettivo, l'operatore posiziona un dito nell'area tattile del VTB per verificare di avere prelevato il componente giusto. L'operatore non deve applicare alcuna pressione, il che riduce il rischio di lesioni dovute a operazioni ripetute.

  16. Indicazione di prelevamento parti per cestelli di piccole dimensioni

    Per ridurre il rischio di errore in un'operazione di assemblaggio, un sensore Pick-to-Light EZ-LIGHT PVD con portata di 400 mm è interfacciato con un controller di processo programmato sulla sequenza di assemblaggio corretta. Il controller regola la sequenza di accensione dei PVD nel giusto ordine, per mostrare all'addetto all'assemblaggio quale parte utilizzare. Il PVD rileva che la mano dell'addetto che entra e poi esce dal cestello; a quel punto il controller invia un segnale di accensione al PVD del cestello successivo nella sequenza di prelevamento, perché si illumini.

  17. Indicatore di pezzi caricati

    Prima che fosse installato l'indicatore EZ-LIGHT K50L, l'operatore posizionava un pezzo sulla macchina e poi si allontanava dall'area di lavoro per controllare l'indicatore a colonna e confermare se il pezzo era stato caricato correttamente. In caso negativo, l'operatore doveva ripetere il processo di posizionamento e verifica prima di avviare la lavorazione meccanica del pezzo. Con il K50L installato all'interno della postazione di lavoro, l'operatore deve semplicemente usare una giunzione a Y per sapere all'istante se il pezzo è o meno nella posizione corretta.

  18. Composizione di kit

    Dopo aver selezionato una rondella o uno spessore, l'operatore li colloca sul carrello, in corrispondenza dell'indicatore EZ-LIGHT illuminato.

  19. Sensori Pick-to-Light su cestello lungo

    I sensori Pick-to-Light EZ-LIGHT PVA costituiscono una soluzione affidabile per il rilevamento degli errori in vari sistemi di processo. La luce indica agli operatori addetti all'assemblaggio quali elementi prelevare e in quale sequenza.

  20. Rilevamento di parti per la verifica degli errori

    Per risolvere questa applicazione, Banner Engineering ha abbinato la tecnologia del D10D Expert con array in fibra ottica ottimizzati per il calcolo di piccoli oggetti, creando così il D10, il Contatore piccoli oggetti. In questa applicazione, l'operatore rimuove un tappo e lo fa cadere in un imbuto. Il tappo viene quindi rilevato dal Contatore piccoli oggetti, che verifica se il tappo è stato rimosso e se il processo di assemblaggio può, quindi, proseguire.

  21. Verifica degli errori nei processi di assemblaggio

    Il sensore analogico Banner Q4X fornisce agli operatori misurazioni in tempo reale per verificare la presenza e il corretto posizionamento dei componenti prima di passare all'operazione successiva. In questa applicazione, per poter consentire il montaggio finale è cruciale che entrambe le flange attorno al dado a saldare siano perfettamente in sede. Le misurazioni analogiche effettuate dal Q4X permettono di determinare se entrambe le flange sono nella propria sede.

  22. Riduzione degli errori di produzione con un sistema Pick-to-Light

    Un fornitore di pannelli per sportelli destinati a un produttore globale di autovetture voleva installare un sistema Pick-to-Light per ridurre gli errori e gli sprechi di tempo causati dal prelevamento del componente sbagliato durante l'assemblaggio.

  23. Miglioramento della produzione con sistemi Pick-to-Light

    Una soluzione Banner wireless rappresenta un modo semplice per ottimizzare le scorte, ridurre gli errori e minimizzare gli sprechi. Ogni nodo SureCross Performance, dotato di mappatura degli I/O, può essere collegato a un massimo di sei indicatori EZ-LIGHT. Il gateway SureCross è ubicato in una pratica posizione centralizzata dalla quale il personale di manutenzione e di gestione può monitorare l'utilizzo dei pezzi in tutto lo stabilimento.

  24. Ispezione di codici a barre industriali su cella robotizzata

    Arrestare le operazioni dei robot per configurare e monitorare il processo d'ispezione dei codici a barre può essere complesso e costoso; pertanto è una buona idea installare un lettore di codici a barre iVu con display remoto. Il display remoto può essere montato fino a una distanza di 16 m (50 piedi) dal sensore per consentire agli operatori della macchina di configurare e monitorare o risolvere i problemi in remoto facilmente, mentre il robot è in funzione.

  25. Verifica dei codici a barre industriali 2D stampigliati

    Un lettore di codici a barre PresencePLUS Pro rileva e controlla il codice a barre sottile in 2D stampigliato su componenti in metallo, nonostante le variazioni nei codici.

  26. Sensore di visione per la lettura di codici QR Codes [Testimonianza di successo]

    Prima dell'installazione, motori e trasmissioni vengono accoppiati sulla linea di assemblaggio. Un operatore usa un lettore di codici a barre manuale per scansionare il codice QR su ogni trasmissione. I codici sono piccoli, presentano quiet zone minime e integrano moltissime informazioni. In più i lettori di codici a barre hanno una portata limitata. Combinati, questi fattori complicavano la scansione dei codici QR, rallentavano il processo di assemblaggio e distraevano gli operai.

  27. Protezione di una piccola stazione di assemblaggio

    Le barriere ottiche EZ-SCREEN LS non fanno uso di DIP switch, offrono funzionalità di rilevamento end-to-end e sono facili da installare grazie alla configurazione automatica. L'utilizzo di staffe di fissaggio laterali consente di velocizzare e semplificare l'installazione, con regolazioni effettuate sul lato anteriore della barriera EZ-SCREEN LS. Massimizzando i tempi di operatività e riducendo le spese per riparazioni e sostituzioni le aziende riescono a restare competitive con minor sforzo.

  28. Stazione di lavoro automatizzata a due operatori

    EZ-SCREEN LS di Banner Engineering offre una valida risposta a esigenze di protezione di più punti di accesso alla zona pericolosa, con funzioni automatizzate di collegamento in cascata. Questa funzione avanzata permette la connessione in serie di un massimo di quattro coppie di barriere, di qualsiasi dimensione e con qualsiasi risoluzione, utilizzando un singolo cavo per il collegamento al quadro di comando e una singola interfaccia di sicurezza a due canali, riducendo così il numero dei pannelli e quindi lo spazio occupato.

  29. Protezione di pallettizzatore robotico

    Il modulo XS26-2 di Banner è un controller di sicurezza facile da usare, con un ambiente di programmazione intuitivo, la capacità di gestire processi meccanici e la flessibilità per aggiungere fino a otto moduli di espansione I/O a mano a mano che l'automazione cresce o si evolve. È supportata una ricca gamma di dispositivi di sicurezza che consentono di configurare e scaricare sul controller velocemente applicazioni complesse per la messa in servizio efficiente delle macchine.

  30. Controllo di sicurezza scalabile per processi di montaggio di grandi dimensioni

    Il controller di sicurezza espandibile XS26-2 di Banner è una soluzione di sicurezza scalabile che può essere personalizzata per una ricca varietà di macchinari, tra cui macchine su larga scala e molteplici processi. Con la possibilità di aggiungere fino a otto moduli di espansione I/O, il controller XS26-2 può adattarsi a macchine ingombranti, con più punti di accesso e punti pericolosi. Il software di programmazione intuitivo offre diverse funzioni di sicurezza e blocchi logici preconfigurati.

  31. Protezione di un pallettizzatore robotico

    L'SC26-2 di Banner è un controller di sicurezza facile da usare, provvisto di un ambiente di programmazione intuitivo. ll controller di sicurezza programmabile può gestire tutti i dispositivi di sicurezza con un solo modulo. L'SC26-2 comunica lo stato dei dispositivi di sicurezza via IP Ethernet e controlla una torretta luminosa per un'indicazione visiva dello stato dei dispositivi di sicurezza. Grazie al controller di base, otto dei 26 ingressi possono essere configurati come uscite per un uso efficiente dei terminali.

  32. Protezione di una cella di saldatura robotizzata per postazione singola

    Lo scanner laser di sicurezza AG4 Banner viene posizionato alla base della zona pericolosa per "sorvegliare" l'area aperta. È programmato tramite un software con interfaccia PC per sorvegliare l'area tra le barriere fisiche (la zona protetta) ed esterna alle barriere (la zona di allarme). Se l'operatore o altri membri del personale si avvicinano alla zona pericolosa mentre il robot è in funzione, viene inviato un segnale per avvisare il personale di un accesso alla zona di allarme. In questo periodo il robot continua a funzionare.

  33. Protezione di aree per celle robotizzate

    Gli scanner laser di sicurezza sono perfettamente adatti ad applicazioni di protezione in cui è importante proteggere sia gli accessi che gli utenti. Lo scanner laser di sicurezza Banner AG4 con un angolo di scansione di 190º si adatta praticamente a qualsiasi spazio ed è in grado di valutare la posizione dell'operatore per distanza e angolo di rotazione. La sua grande flessibilità permette allo strumento di adattarsi alle forme dell'area da proteggere, quando le dimensioni della cella e i relativi parametri variano

  34. Protezione di macchine per assemblaggio a caldo

    In questo esempio, due lati della macchina richiedono una protezione in quanto più operatori caricano e scaricano le stazioni. Su ciascun lato della stazione, due barriere ottiche di sicurezza proteggono gli operatori, una in verticale, inclinata di 48° per la protezione dell'area e una inclinata di 12° per proteggere il punto pericoloso dove avviene il carico e lo scarico.

  35. Protezione di una pressa

    La barriera LS EZ-SCREEN di Banner è estremamente robusta e provvista di custodia in alluminio estruso heavy-duty, con grado di protezione IP65/67, teste in metallo e una finestra incassata per proteggere il sensore da eventuali urti dovuti all'asportazione del prodotto o incidenti. Oltre a ciò, la portata di 12 metri consente di proteggere presse di grandi dimensioni, superando il degrado ottico dovuto all'accumulo sulla finestra di contaminanti quali gli oli e la polvere che normalmente si depositano sulla macchina, riducendo le prestazioni del sistema.

  36. Ispezione di piccoli connettori [Testimonianza di successo]

    Un'azienda del settore automotive produce una vasta gamma di sistemi per autoveicoli. I sedili uniscono caratteristiche strutturali e di design a funzionalità che ottimizzano il comfort e la sicurezza. I sensori di peso installati sotto le sedute funzionano coordinandosi con i sistemi di sicurezza del veicolo per determinare la dimensione e la posizione dell'occupante del sedile. Questi fattori influenzano come o se gli airbag verranno impiegati in caso di incidente.

  37. Sensori per la misurazione della distanza di movimento

    Le ispezioni condotte durante l'assemblaggio consentono di misurare la regolazione in altezza del sedile, il movimento in avanti e all'indietro e il moto di ribaltamento e raddrizzamento. Per ogni ispezione vengono impiegati due sensori. I sensori sono installati separatamente dalla linea del trasportatore per agevolare l'accesso ai sedili e non ostacolarne il movimento. Alla massima distanza raggiunta durante l'ispezione, un sedile può trovarsi fino a un metro dai sensori.

  38. Rilevamento di componenti neri su pannelli neri degli sportelli

    Il sensore laser Q4X basato su triangolazione e con funzioni di risoluzione dei problemi non dimostra incertezze nel rilevamento di oggetti scuri su sfondo scuro, anche in caso di dislivello. Il sensore Q4X rappresenta una soluzione di rilevamento affidabile con prestazioni "best-in-class" in termini di eccesso di guadagno e in grado di effettuare valutazioni buono/scarto in base alla distanza, al colore o alla riflettività.

  39. Ispezione in più punti di componenti in metallo stampato

    Per verificare se su un piccolo componente metallico è presente la quantità prevista di fori, è possibile configurare il sensore di immagine iVu Plus TG con ispezioni multipunto per più ROI (Regions Of Interest) in modo da garantire la presenza e la corretta posizione dei fori. Configurato per l'ispezione di un'area, l'iVu esamina il componente stampato in più punti per verificare la presenza o assenza degli elementi d'interesse.

  40. Ispezione di fori

    Un sensore serie iVu, configurato per un'applicazione Area con movimento, permette di verificare che, su un piccolo elemento metallico non fissato rigidamente, sia presente il numero previsto di fori. Quando vengono praticati i fori, il sensore li esamina per accertare che siano tutti presenti e delle giuste dimensioni. Se non è così, il sensore trasmette un apposito segnale alla linea, causando lo scarto dell'elemento.

  41. Orientamento di componenti

    Nell'applicazione mostrata, i dadi che fuoriescono da un alimentatore a vibrazioni vengono trasportati alla fase successiva del processo di assemblaggio. Il corretto orientamento dei dadi è essenziale per assicurarne l'utilizzo efficiente nel processo. Il sensore di immagine iVu serie TG possiede le capacità di ispezione necessarie per determinare l'orientamento dei pezzi. Configurato per un'ispezione di corrispondenza (Match), il sensore confronta ogni dado a un riferimento, per determinare se esiste corrispondenza.

  42. Ispezione di fori

    Un sensore serie iVu, configurato per un'applicazione Area con movimento, permette di verificare che, su un piccolo elemento metallico non fissato rigidamente, sia presente il numero previsto di fori. Quando vengono praticati i fori, il sensore li esamina per accertare che siano tutti presenti e delle giuste dimensioni. Se non è così, il sensore trasmette un apposito segnale alla linea, causando lo scarto dell'elemento.

  43. Rilevamento del bordo iniziale in una macchina pick-and-place

    Per le sue ridotte dimensioni, la fibra ottica è una soluzione ideale per le macchine pick-and-place. Per agevolare l'accesso al doppio display digitale utilizzato per il monitoraggio dei dati, gli amplificatori DF-G1 possono essere separati dalle fibre. In più, l'algoritmo di immunità dalle interferenze permette a due o più amplificatori di funzionare in stretta prossimità.

  44. Oggetti trasparenti: rilevamento di dimensioni e profili e sistemi di guida

    Banner Engineering ha studiato una classe speciale di EZ-ARRAY sviluppati specificamente per il rilevamento di oggetti trasparenti in ambienti industriali puliti. Personalizzando i ricevitori EZ-ARRAY standard in modo che potessero rilevare con precisione oggetti a basso contrasto e con un campo di misura più basso (da 30 a 1500 mm), Banner ha consentito alle barriere ottiche EZ-ARRAY per la misura di oggetti trasparenti di rilevare oggetti in materiali traslucidi, ad esempio in vetro o in nastro trasparente.

  45. Monitoraggio remoto per calcolare il tempo di funzionamento di una macchina [Testimonianza di successo]

    Durante la loro normale attività, gli operatori caricano una saldatrice con i componenti del telaio da saldare. Il cliente aveva bisogno di dati accurati sul tempo di funzionamento della macchina per capire il motivo per cui non venivano raggiunti gli obiettivi di produzione.

  46. Snellimento della procedura di richiesta di pezzi o assistenza [Testimonianza di successo]

    Per migliorare l'efficienza produttiva, gli operatori addetti alle stazioni di lavoro avevano bisogno di un metodo che gli consentisse di richiedere pezzi e assistenza senza allontanarsi dalla loro postazione. La possibilità di ottenere i pezzi più rapidamente avrebbe migliorato l'efficienza produttiva. L'impiego di un sistema con indicatori remoti avrebbe permesso ai supervisori di vedere lo stato di ogni stazione di lavoro, intervenire rapidamente per risolvere eventuali problemi e acquisire i valori relativi alla produzione.

  47. Comunicazione in uno stabilimento di produzione trafficato [Testimonianza di successo]

    Man mano che aumenta il numero di componenti convogliati attraverso il forno, risulta sempre più difficile mantenere un ritmo sostenibile di prodotti che devono essere scaricati. Di conseguenza, aumenta la congestione nell'area di smistamento. I prodotti vengono deviati in modo errato o persino danneggiati. Una pausa nel flusso di componenti consente all'operatore sul lato scarico di correggere gli errori e vuotare una stazione di prelievo. Tuttavia, la distanza tra le aree di carico e scarico, oltre alle interferenze ambientali causate dai macchinari circostanti, complicano la comunicazione tra gli operatori.

  48. Richiesta di pezzi

    Gli indicatori Banner Pick-to-Light K30 Touch robusti, economici e facili da installare sono l'ideale per queste applicazioni in quanto si attivano con la semplice pressione e possono aiutare i produttori di sistemi automatizzati a ridurre il rischio di errori. Possono essere attivati a mani nude o con i guanti.

  49. Maggiore efficienza nelle linee di produzione

    Installando coppie di sensori DX70, torrette luminose e scatole interruttore, i produttori possono creare una rete di notifica wireless e comunicare i dati dove richiesto nel reparto produzione. Gli operatori possono azionare gli interruttori per chiamare un responsabile della linea di produzione, un tecnico o per richiedere ricambi o consumabili. Utilizzando il sistema di notifica con torrette luminose, gli impiegati, i responsabili e i tecnici non dovranno più controllare costantemente ciascuna linea di produzione.

  50. Rilevamento dell'altezza di una pila di lamiere metalliche

    Le presse a trasferta richiedono il rilevamento affidabile delle parti in ingresso o uscita per assicurare che il sistema della navetta continui a funzionare senza danneggiare gli attrezzi e senza produrre pezzi di bassa qualità. Se il posizionamento o il movimento delle lamiere metalliche non è controllato con precisione, ci potrebbe essere il rischio di produzione con un'elevata quantità di scarti e costosi tempi di fermo.

  51. Indicazione brillante in condizioni di luce ambientale

    Quando dietro a un armadio si trova una finestra, è necessario un indicatore a LED dalla luce brillante e di lunga durata per assicurare una segnalazione ben visibile durante il giorno. Il lampeggiatore Banner EZ-LIGHT K50 è perfetto per molte applicazioni di segnalazione dello stato, in particolare per questo armadio poiché il lampeggiatore risulta ben visibile anche durante il giorno e presenta LED estremamente durevoli e a basso consumo.

  52. Arresto di emergenza (con comando a fune, montaggio laterale)

    Banner offre diversi interruttori con comando a fune posti a distanze da 6 a 100 metri, in modo da poterli azionare per tutta la lunghezza del trasportatore. L'interruttore con comando a fune è inoltre dotato di custodie heavy-duty, adatte a condizioni ambientali aggressive. In situazioni di emergenza, l'operatore può tirare la fune da qualsiasi punto lungo la linea per arrestare immediatamente il nastro trasportatore e l'azione pericolosa.

  53. Arresto di emergenza (con comando a fune, montaggio centrale)

    Il comando a fune è disponibile per tutta la lunghezza del nastro trasportatore: in questo modo l'operatore può afferrare la fune e tirarla da qualsiasi punto lungo il nastro per arrestarlo immediatamente.

  54. Richiesta di rifornimento mediante veicolo autoguidato

    I prodotti wireless DX80 SureCross rappresentano un ottimo modo di comunicare con i veicoli autoguidati in numerosi settori. Presso le stazioni di lavoro delle linee di assemblaggio è possibile installare pulsanti remoti e completi di elettronica, collegati ai nodi wireless SureCross. Quando è necessario il rifornimento di un pezzo specifico, è possibile premere i relativi pulsanti per inviare un segnale al veicolo autoguidato dotato di gateway wireless che trasporterà i pezzi esauriti.

  55. Sistema automatizzato di immagazzinamento e prelievo (AS/RS)

    I nodi SureCross FlexPower™ e i sensori a basso consumo possono essere utilizzati in combinazione per creare un sistema di monitoraggio portatile che si integra istantaneamente con i trasloelevatori AS/RS esistenti. L'affidabile soluzione wireless Banner, unitamente alle esclusive capacità di gestione dell'energia, si adattano perfettamente alle diverse esigenze di monitoraggio richieste da un trasloelevatore. La batteria FlexPower fornisce energia al nodo e a un massimo di quattro sensori a basso consumo per anni di funzionamento. Per eliminare le preoccupazioni relative alla manutenzione preventiva, è possibile utilizzare un nodo FlexPower dotato di più termocoppie per il monitoraggio del motore o della temperatura critica dei cuscinetti. L'uscita di comunicazione sul gateway (controller di sistema) può essere utilizzata per creare log o trend e verificare che l'apparecchiatura funzioni in modo ottimale. Lo spostamento del trasloelevatore può essere segnalato allo staff utilizzando un indicatore EZ-LIGHT™ posto all'estremità di ciascuna corsia. Il sistema di monitoraggio bidirezionale rappresenta un modo semplice per avvisare gli operatori che un trasloelevatore è in movimento, senza dover realizzare alcun nuovo sistema e senza richiedere costosi fermi impianto.

  56. Richiesta di pezzi (Put-to-Light)

    Quando la scorta di pezzi si riduce, l'assemblatore preme il pulsante EZ-LIGHT K50 verso sinistra, utilizzato come pulsante di chiamata per segnalare all'incaricato di portare più pezzi. L'indicatore K50 a destra è utilizzato come indicatore di prelievo di pezzi

  57. Retrofit per automazione robotizzata

    Il gateway DX80 viene posizionato presso il pannello di controllo per la raccolta e l'elaborazione dei dati. Un nodo DX80, un modulo batteria DX81 e un blocco I/O vengono collegati al braccio robotizzato. Il nodo permette la raccolta dei dati presso il manipolatore robotico ed è provvisto anche di connettore M23. Il modulo batteria DX81 alimenta sia il nodo sia un dispositivo di ingresso esterno. Questi dispositivi sono facili da integrare nei macchinari preesistenti.

  58. Richiesta di pezzi o assistenza

    Piccoli indicatori, ad esempio torrette luminose, possono essere installate presso le stazioni di lavoro per permettere agli assemblatori di comunicare in modo rapido e facile con gli operatori del reparto produzione. In questo caso viene utilizzata una torretta luminosa Banner TL30 presso ciascuna stazione per consentire all'assemblatore di richiedere ulteriori pezzi o l'assistenza di altro personale, senza interrompere il processo produttivo.

  59. Maggiore efficienza nella linea di produzione

    È necessario un sistema elettronico di notifica per massimizzare l'efficienza delle linee di produzione e ridurre i tempi che tecnici e responsabili devono trascorrere lontano dalle proprie postazioni di lavoro Il precedente sistema richiedeva che gli operatori si recassero personalmente presso le postazioni di lavoro dei responsabili per richiedere indicazioni sul lavoro o assistenza su questioni tecniche.

  60. Richiesta di pezzi presso un mobilificio

    Il cliente richiede una soluzione in grado di velocizzare i tempi di risposta dell'operatore del carrello elevatore aggiungendo indicatori sul pannello del carrello. La soluzione deve inoltre consentire all'operatore di confermare la richiesta, eliminando così la consegna di pezzi ridondanti da parte di più operatori.

  61. Rilevamento di presenza su tornio a revolver [Testimonianza di successo]

    Betty Machine ha scelto la rete wireless SureCross® DX80 FlexPower® di Banner Engineering. Questa soluzione versatile e altamente scalabile è sviluppata sulla base di un gateway capace di comunicazioni bidirezionali con diversi nodi end-point.