Testimonianze di successo nel settore automotive

  1. Illuminatori a LED per l'armadio di controllo [Testimonianza di successo]

    Un costruttore realizza macchine per prove e misurazioni per il settore dell'automazione. Gli operatori accedono ai sistemi della macchina tramite l'armadio di comando. Un'intensa illuminazione dell'armadio facilita le operazioni di manutenzione e gestione della macchina. Per questo compito venivano in precedenza utilizzati apparecchi fluorescenti alimentati in CA.

  2. LED per un'illuminazione omogenea di altissima qualità [Testimonianza di successo]

    Per illuminare aree di lavoro, piccoli ambienti e quadri elettrici, American Hoffmann Corporation ha scelto le barre luminose a LED WLB32 al posto delle lampade fluorescenti. La migliore distribuzione della luce offerta dalle barre luminose a LED WLB32 in aggiunta alla semplicità d'installazione sono stati i fattori determinanti per la scelta dell'azienda.

  3. Soluzione per guidare gli operatori [Testimonianza di successo]

    Un cliente Henshaw fabbrica organi di trasmissione e gruppi propulsori per il settore automotive. L'azienda ha sofferto dei cali di produttività nel montaggio dei corpi delle valvole della trasmissione. Henshaw ha ricevuto l'incarico di sviluppare un sistema per ridurre gli errori e migliorare il processo di assemblaggio.

  4. Pulpito per guidare gli operatori [Testimonianza di successo]

    Un produttore leader di macchinari costruisce stazioni di lavoro sviluppate per l'assemblaggio accurato, tempestivo e conveniente di elementi di batterie. Un componente a valore aggiunto delle stazioni di lavoro è un dispositivo che guida l'operatore e che svolge tre funzioni: abilita l'inizio e l'arresto dei processi di assemblaggio, indica i componenti da prelevare e installare e arresta del tutto la linea in caso di emergenza. Quando la costruzione e il montaggio di questi dispositivi sono diventati troppo costosi per l'OEM, questi si è rivolto a Banner per richiedere la realizzazione di una soluzione all-inclusive. Per rispettare la tempistica concordata con il cliente (un importante fornitore di accumulatori Tier 2), l'OEM aveva bisogno di ricevere la soluzione in otto settimane.

  5. Codici a barre UV per la tracciabilità [Testimonianza di successo]

    Prima dell'invio all'assemblatore del brand, un fornitore di alette parasole per auto aveva necessità di verificare se i codici a barre UV Data Matrix erano stati stampati sull'etichetta di sicurezza di ogni aletta. Il cliente si è rivolto a Banner in cerca di una soluzione per leggere il codice a barre 2D Data Matrix invisibilie e inviare i dati via IP Ethernet a un PLC a fini di tracciabilità/verifica di eventuali errori.

  6. Sensore di visione per la lettura di codici QR Codes [Testimonianza di successo]

    Prima dell'installazione, motori e trasmissioni vengono accoppiati sulla linea di assemblaggio. Un operatore usa un lettore di codici a barre manuale per scansionare il codice QR su ogni trasmissione. I codici sono piccoli, presentano quiet zone minime e integrano moltissime informazioni. In più i lettori di codici a barre hanno una portata limitata. Combinati, questi fattori complicavano la scansione dei codici QR, rallentavano il processo di assemblaggio e distraevano gli operai.

  7. Ispezione di piccoli connettori [Testimonianza di successo]

    Un'azienda del settore automotive produce una vasta gamma di sistemi per autoveicoli. I sedili uniscono caratteristiche strutturali e di design a funzionalità che ottimizzano il comfort e la sicurezza. I sensori di peso installati sotto le sedute funzionano coordinandosi con i sistemi di sicurezza del veicolo per determinare la dimensione e la posizione dell'occupante del sedile. Questi fattori influenzano come o se gli airbag verranno impiegati in caso di incidente.

  8. Sensori per la misurazione della distanza di movimento

    Le ispezioni condotte durante l'assemblaggio consentono di misurare la regolazione in altezza del sedile, il movimento in avanti e all'indietro e il moto di ribaltamento e raddrizzamento. Per ogni ispezione vengono impiegati due sensori. I sensori sono installati separatamente dalla linea del trasportatore per agevolare l'accesso ai sedili e non ostacolarne il movimento. Alla massima distanza raggiunta durante l'ispezione, un sedile può trovarsi fino a un metro dai sensori.

  9. Sensore di temperatura rileva i fili dello sbrinatore [Testimonianza di successo]

    Un fabbricante del settore automotive stava per respingere una fornitura di lunotti posteriori a causa di un difetto nello sbrinatore. La procedura di test utilizzata dal fornitore misurava l'assorbimento di corrente nell'intero impianto di riscaldamento per individuare eventuali guasti generali, ma non era in grado di rilevare l'impatto di un singolo filo rotto. Il fornitore dei lunotti ha avviato una partnership con un'azienda di automazione macchine con sede in Michigan per sviluppare un programma di test più avanzato, da utilizzare prima della spedizione delle merci, e in grado di controllare che ogni singolo filo dell'impianto di riscaldamento fosse conforme alle specifiche.

  10. Rilevamento di pezzi espulsi dallo stampo [Testimonianza di successo]

    Presso lo stabilimento del produttore, gli operatori inseriscono e rimuovono manualmente i pezzi nella pressa. Terminata l'operazione, i pezzi vengono convogliati in un cestino tramite uno scivolo in metallo. Per prevenire la rottura dello stampo (in caso di inserimento contemporaneo di più pezzi), il cliente richiede un sensore in grado di rilevare i vari pezzi presenti sullo scivolo, che invii inoltre un segnale al sistema di controllo per segnalare che la pressa è libera e fornire all'operatore il consenso per un'altra corsa. Doveva inoltre essere possibile installare il sensore senza necessità di ricavare fessure sui lati dello scivolo o montarlo alle estremità dello stesso, in quanto tali soluzioni avrebbero costituito dei punti di ritenzione per i pezzi.

  11. Comunicazione in uno stabilimento di produzione trafficato [Testimonianza di successo]

    Man mano che aumenta il numero di componenti convogliati attraverso il forno, risulta sempre più difficile mantenere un ritmo sostenibile di prodotti che devono essere scaricati. Di conseguenza, aumenta la congestione nell'area di smistamento. I prodotti vengono deviati in modo errato o persino danneggiati. Una pausa nel flusso di componenti consente all'operatore sul lato scarico di correggere gli errori e vuotare una stazione di prelievo. Tuttavia, la distanza tra le aree di carico e scarico, oltre alle interferenze ambientali causate dai macchinari circostanti, complicano la comunicazione tra gli operatori.